Categoria: Glossario

Glossario di termini SEO proposto da EspertoSEO.com

URL Search Engine Friendly

Un URL viene definito SEF (Search Engine Friendly) se è formato in massima parte da parole di uso comune e non da tag, variabili e contenuti dinamici.

Gli URL Sef hanno un effetto diretto sul posizionamento e sono particolarmente utili anche per gli utenti che possono intuire il contenuto di una risorsa già dall’URL della stessa o perchè questo tipo di indirizzi è più facilmente memorizzabile.

Di seguito un esempio di trasformazione di un URL da non-sef a sef:

www.aziendaesempio.it/index.php?option=com_content&Itemid=139&catid=8&id=7&lang=it&view=article

www.aziendaesempio.it/chi-siamo

Tag Nofollow

Il Tag Nofollow è un attributo che può essere inserito nella sintassi di un link. Il Nofollow è un tag che, se individuato dal crawler, gli impedisce di seguire il link stesso e, quindi, di passare PageRank, popularity e ancora.

Il Nofollow è particolarmente utile, ad esempio, in un blog. E’ importante impostare il proprio CMS perchè inserisca automaticamente il tag Nofollow nei link che gli utenti inseriscono nei commenti, altrimenti è molto probabilmente che prima o poi il blog venga assalito dallo spam.

Il Nofollow, quindi, deve essere utilizzato tutte le volte in cui non vogliamo che il nostro PR e il nostro “valore” venga inviato al destinatario del link.

In questo esempio i motori di ricerca passeranno PR e ancora alla pagina destinazione.html ma ignoreranno (o almeno si spera) il secondo link verso destinazione2

<a href=”destinazione.html”>Destinazione</a>

<a href=”destinazione2.html” rel=”nofollow”>Destinazione2</a>

Tecniche Black Hat

In ambito SEO, si definiscono “Tecniche Black Hat” quelle metodologie utilizzate dall’ottimizzatore che non rispettano le linee guida dei motori di ricercano e che tentano di raggiungere dei risultati non naturali.

Le tecniche Black permettono, generalmente, di ottenere dei buoni posizionamenti in tempo rapidi ma espongono il sito a eventuali penalizzazioni (temporanee o permanenti) che i motori di ricerca potrebbero infliggere al sito.

Le tecniche black hat più diffuse sono l’incremento non naturale dei backlink (attraverso scraping, commenti su blog e forum, spam massivo, article marketing automatico), keyword stuffing, cloaking, doorway ecc

Tecniche White Hat

In ambito SEO si definiscono “tecniche white hat” tutti quei sistemi adottati dall’ottimizzatore che coincidono, o che rispettano, le linee guida dei motori di ricerca.

Le tecniche white hat sono, fortunatamente, molte: ottimizzazione on-page (intestazioni, keyword, title, description, immagini, ecc), contenuti freschi e originali, link building naturale, viralità dei contenuti, viralità social ecc.

Le tecniche white hat si contrappongono a quelle definite black hat che si basano sull’idea di forzare volontariamente alcuni aspetti degli algoritmi dei motori, cercando di incrementare i propri backlink in modo scorretto, abusare dell’utilizzo delle parole chiave, nascondere porzioni di codice all’utente ecc.

White Hat

Meta Tag Title

Il Meta Tag Title è un tag che viene utilizzato all’interno della parte <head> di una pagina.

Il Tag Title rappresenta il titolo della pagina e viene visualizzato sia nel browser come titolo della scheda, sia nelle SERP in quanto è il primo tag mostrato dai motori di ricerca.

Ai fini SEO il tag Title è molto importante. Il Title rappresenta in modo sintetico il contenuto della pagina ed è, per questo, un elemento chiave per il posizionamento su determinate keyword.

In genere non sono consigliati Title più lunghi di 70 caratteri o formati da una sola parola.

La sintassi del Meta Tag Title è la seguente:

<title>Questo è il titolo della pagina</title>

meta tag description

Meta Tag Description

Il Meta Tag Description, è uno dei tanti tag che è possibile inserire nella parte <head> di una pagina Web.

La sintassi del Tag Description è:

<META NAME=”Description” CONTENT=”Questa è la descrizione del mio sito”>

Se da un punto di vista strettamente SEO il Description non influisce particolarmente sul posizionamento dei siti, dal “lato utente”, e per il CTR, è importante in quanto i motori di ricerca possono utilizzare il contenuto di questo Tag per rappresentare lo snippet della pagina (la descrizione sotto il titolo e l’URL dei risultati di una SERP)

Meta Tag Description

Back-end

Con back-end, generalmente, si intende il pannello di controllo di un determinato software. In generale, quindi, è tutto ciò “che è dietro” ossia è la parte che l’utente non può vedere (lui accede al front-end).

In ambito SEO spesso con “back-end” si fa riferimento al pannello di controllo dei CMS (Content Management System).

Content Management System o CMS

Un Content Management System (o CMS) è generalmente un software installato su un server Web che permette all’utente di gestire in modo più ordinato ed efficiente i contenuti del proprio sito.

L’utilizzo di un CMS permette all’utente di gestire in modo semplice ed intuitivo il template, i contenuti e le impostazioni del sito.

Il CMS più famoso e utilizzato è WordPress (seguito da Joomla, Drupal e molti altri).

I moderni CMS mettono a disposizione dell’utente un pannello di controllo (definito back-end) che permette di gestire tutti gli aspetti che influiscono su ciò che veramente viene visualizzato (front-end).

WordPress e Joomla sono molto potenti anche perchè permettono di installare numerosi plugin, estensioni e componenti aggiuntivi che ne aumentano esponenzialmente le capacità.

  • 1
  • 5
  • 6

Cookie Policy - Privacy Policy

Esperto SEO Srl - Viale Cesare Battisti, 179, 05100 Terni TR - C/F P.Iva 01512540558 - Tel.: +39 331.640.39.76