Corso Web Analytics
set 032013
 
Landing Page Obama 2008

Una Landing Page è, appunto, una “pagina di atterraggio” per gli utenti.

Attraverso il SEM o SEO l’utente clicca e visita il nostro sito.

A differenza di un normale sito, però, una landing page è generalmente una pagina “a sé”.

Non ci sono link esterni, che potrebbero far “uscire” il potenziale cliente.

Se la landing si riferisce a un prodotto/servizio in vendita, probabilmente ci saranno immagini rappresentantive, testi colorati o molto evidenti, liste che ne descrivono le potenzialità.

Ogni landing page che si rispetti deve anche contenere una “action”, ossia l’azione che presumibilmente l’utente dovrebbe compiere (può essere un bottone da cliccare, un file da scaricare, un form da compilare o un acquisto diretto del prodotto/servizio)

L’immagine in evidenza in cima all’articolo è stata selezionata non a caso, infatti Obama il presidente degli Stati Uniti, ha per tutto il suo mandato e ancor prima durante la campagna elettorale, dato esempi di ottimo internet marketing.

Una pagina con un’immagine forte ad esempio, non ha bisogno di tanti testi per risultare accattivante e allo stesso tempo persuasiva, mentre invece è importante offrirne massima leggibilità e al contempo portare a casa l’utente/votante.

“Con questa immagine più form sotto, sarei curioso di sapere quanti hanno compilato quel database nel 2008.”